Home » Costellazioni Individuali

Costellazioni Individuali

Costellazioni Familiari e sistemiche nelle sessioni individuali con le figurine

 

Un metodo efficace nelle relazioni con la famiglia, nelle relazioni personali e sul lavoro.

Ci sono alcune persone che, la prima volta che devono affrontare il metodo delle Costellazioni Familiari, sono intimorite dal doversi presentare ad un gruppo di persone e dover esporre delicate ed intime problematiche che si riferiscono alla persona stessa o ai membri della sua famiglia.

Da qui è nata l’esigenza di sperimentare questo straordinario metodo nelle sessioni individuali. Messo a punto da due Maestri tedeschi, Siglinde e Jacob Schneider, che hanno iniziato quasi per caso molti anni fa, essi si sono accorti che il Campo Energetico che opera nei gruppi di Costellazioni con le persone, opera anche con le figurine di plastica.

A loro va il mio più sentito ringraziamento, perché è merito loro se l’ho scoperto e  imparato, e se da più di sei anni lo sto mettendo in pratica con successo con tante persone.    

E’ evidente che l’impatto emozionale che si ha in una costellazione di gruppo, guardando in faccia il proprio rappresentante, o il rappresentante di un proprio familiare che noi conosciamo bene, non sempre si riesce a percepire con le figurine di plastica; tuttavia vi assicuro che anche le figurine possono dare tante emozioni utili per sciogliere le problematiche.

In questo caso è il cliente che vive in prima persona la Costellazione, facendosi attraversare da tutte le sensazioni ed emozioni dei rappresentanti in campo. Questa è spesso un’esperienza forte, molto formativa e altrettanto efficace della sessione di gruppo. Io consiglio sempre di partecipare come prima volta ad una sessione di gruppo, per essere più preparati per chi volesse sperimentare una sessione individuale, ma non è una questione indispensabile, si può tranquillamente iniziare a conoscere le Costellazioni Familiari sperimentando una sessione individuale.

La sessione individuale prevede un facilitatore che siede di fronte al cliente con in mezzo un tavolino abbastanza basso per poter vedere le figurine dall’alto. E’ il cliente che, su suggerimento del facilitatore, come prima volta sceglie le figurine. In seguito sarà il facilitatore a seguire il flusso della Costellazione cogliendo le reazioni del cliente. Anche in questo caso la cosa basilare è che il cliente abbia una problematica “potente” da mettere in scena, e da risolvere, un vero “desiderio del cuore” da portare e che la persona sia sempre molto raccolta e desiderosa di arrivare ad una soluzione positiva. Non si fanno rappresentazioni per curiosità o per vedere cosa succede. Ci si affida ad un Campo cosciente molto più grande di noi che ha tutta l’intenzione di aiutarci a sciogliere nodi irrisolti della nostra vita. 

 

 

Graziella Bertozzi